Come comportarci nella casa del Padre - Riflessioni sul cattolicesimo di oggi

Cattolici oggi
Vai ai contenuti

Come comportarci nella casa del Padre

  
Come comportarci nella casa del Padre



di Francesco Franco Coladarci

Nostro Signore ci ha confortato affermando di averci preparato delle dimore nei cieli, ma come tutte le dimore esse hanno un’anticamera o ingresso, e finché non andremo ad occupare tali dimore l'ingresso è qui, terreno, nella Casa di Dio.

1- La Chiesa è la “Casa di Dio”, il luogo privilegiato dove Dio si incontra con il Suo popolo. Comportiamoci dunque dignitosamente avendone il massimo rispetto.

2- L'abito che indossi sia consono al luogo dove entri e rispettoso anche del tuo corpo "Tempio dello Spirito Santo"

3- Evita certi modi di vestire, come ti vestiresti per presentarti davanti al Re?, ricorda, se preghiamo Dio affinché non ci induca in tentazioni il modo di vestire non deve indurre il tuo prossimo in....tentazione.

4- Quando entri in chiesa, spegni il cellulare, Dio ha molti modi per chiamarti a se, ma certamente non con il…….cellulare, se lo devi necessariamente tenerlo acceso almeno togli la suoneria.

5- Fai bene e senza fretta il segno della Croce con l'Acqua Benedetta. Quell' Acqua ricorda il tuo Battesimo, che ti ha donato la fede in Cristo, ti ha risuscitato a nuova vita e ti ha reso figlio di Dio, non vergognarti mai della Croce, essa è per la tua salvezza.
Fai il segno della Croce unendo il pollice, l’indice e il medio, esso indica l’unità della S.S. Trinità, unisci l’anulare e il mignolo piegandoli verso il centro della mano, indica la Divinità e l’Umanità di Gesù Cristo, tale segno è quello più antico, la mano aperta è solo del XIII secolo.

6- Entrato in chiesa, saluta il Signore che ti accoglie e, dopo di Lui, la Madonna ed i Santi, che ti possono aiutare per incontrarLo. Poniti davanti al S. Tabernacolo fai una devota genuflessione, dicendo: “Gesù, io Ti amo, confido e spero in Te, abbi misericordia di me peccatore”, Gesù non ha bisogno di molte parole, ma del tuo..cuore.

7- Il luogo, dove si conserva l'Eucarestia nel Santo Tabernacolo, è segnalato da una “lampada rossa”, simbolo della tua Fede. Adora in ginocchio Gesù Cristo presente; se passi davanti a Lui, fai una corretta genuflessione, piegando il ginocchio fino a terra, oppure, se non puoi, fai un inchino profondo, “Nel nome di Gesù Cristo ogni ginocchio si pieghi, in Cielo, sulla Terra e Sotto la Terra”.

8- Cerca di essere puntuale alla Santa Messa, come lo saresti per ritirare un premio, la S. Messa è più di un premio.

9- Nelle celebrazioni occupa i posti liberi, vicino agli altri e in prossimità dell’altare, per poter pregare uniti e scambiarsi agevolmente i gesti liturgici, lo scambio della “Pace”, va fatto con chi ci è al fianco, davanti o dietro, non girare per i banchi come se fosse un mercato. (esortazione di papa Francesco alle varie conferenze episcopali)

10- Ricordati che non ti trovi nella tua casa, ma in quella di Dio, per ascoltare il Signore e parlare con Lui, non sprecare questo momento di intimità con il nostro amato Padre Celeste, poiché non sai se sia l’ultimo.

Non ho citato la Santa Comunione, in quanto mi riprometto di farlo in modo più approfondito.

Pax et Gaudium in Dominum Deum nostrum


Nessun commento