Per non disprezzare mai le parole di tuo padre - Riflessioni sul cattolicesimo di oggi

Cattolici oggi
Vai ai contenuti

Per non disprezzare mai le parole di tuo padre

  Per non disprezzare mai le parole di tuo padre



di Francesco Franco Coladarci

Ho trovato un bel racconto, il quale dovrebbe farci riflettere.
Narrato da Padre Lucas Prados

C'era un uomo molto ricco che possedeva molti beni, un grande ranch, un sacco di bestiame, diversi dipendenti e un solo figlio, il suo erede.
Un giorno, il vecchio padre, già maggiorenne, disse ai suoi dipendenti di costruirgli una piccola stalla.
Al suo interno, il padre stesso ha preparato un patibolo e, accanto ad esso, una targa con qualcosa di scritto: "Per non disprezzare mai le parole di tuo padre".

Più tardi, chiamò suo figlio, lo portò nella stalla e gli disse:
- Questa forca è per te! Ti conosco molto bene e so che quando mi mancherò, perderai tutta l'eredità che vive male. Voglio che tu mi prometta che, se quello che ti ho detto succederà, non ti suiciderai con il veleno o ti sparerai ma ti impiccerai.

Il giovane rise, pensò che fosse assurdo, ma per non contraddire il padre promise che lo avrebbe fatto, pensando che non sarebbe mai successo.
Il tempo passava, il padre morì, e suo figlio ha preso cura di tutto, e proprio come suo padre aveva predetto, il giovane ha speso tutti i beni venduti, ha perso gli amici e anche la dignità.
Disperato e afflitto, ha iniziato a riflettere sulla sua vita e ha visto che era stato un pazzo. Ricordò le parole di suo padre e cominciò a dire:

- Oh, mio padre ...! Se avessi ascoltato il tuo consiglio ...! Ma ora è troppo tardi. Non ho mai seguito le parole di mio padre, non potevo rallegrarlo quando eri vivo, ma almeno questa volta farò la sua volontà. Adempirò la mia promessa Non ho più niente ...
Poi, salì i gradini e si mise la corda intorno al collo, e pensò:
-Oh, se avessi una nuova opportunità ...!

Poi, si gettò dalla cima dei gradini e, per un momento, sentì la corda stringergli la gola ... Era la fine. Tuttavia, il braccio della forca era cavo e si rompeva facilmente, lasciando cadere il giovane sul pavimento. Su di esso cadevano gioielli, smeraldi, rubini, zaffiri e diamanti. Il patibolo era pieno di pietre preziose. Tra quelli che sono caduti ha trovato un biglietto. Su di esso è stato scritto:
-Questa è la tua nuova opportunità. Ti amo così tanto! Con amore, tuo padre.
*** *** ***
La vita non è così facile come la presenta questa storia; ma è vero che Dio ci offre spesso una nuova opportunità di cambiare. In quante occasioni abbiamo chiesto aiuto e abbiamo promesso di cambiare e non abbiamo rispettato! Ma Dio, padre dopo tutto, ha speranza del nostro cambiamento fino all'ultimo momento della nostra vita. Quante persone si rifletteranno in questa storia! La soluzione finale potrebbe non essere facile come la storia presenta, ma possiamo essere sicuri che ci aiuterà a uscire dalla nostra mediocrità e dal nostro peccato. Coraggio! Dio ci attende a braccia aperte come il padre del figliol prodigo. E ricordiamoci sempre del detto popolare: Dio stringe, ma non annega.



Nessun commento